Archivio eventi

archivio eventi

Museo della musica su Tripadvisor 

concerti gennaio-luglio 2006




mercoledì 5 luglio 2006
Cortile del Museo della musica
Logo Bolognaestate 06

Duo Fiori-Ferlaino in concerto

bé bolognaestate 06
al Museo della musica



mercoledì 5 luglio
ore 21.00

Alberto Fiori e Christian Ferlaino, i giovani talentuosi vincitori del Concorso Iceberg 2004 nella sezione Musica Contemporanea, si esibiranno nella fantastica cornice del cortile di Palazzo Sanguinetti, sede del Museo della Musica. Una serata all'insegna della musica improvvisata e d'avanguardia, una musica appassionata e carica di tensione.
Il concerto sarà aperto dal duo Fiori - Ferlaino a cui si uniranno nella seconda parte Francesco Guerri e Giovanni Falvo per presentare un repertorio basato su brani originali sull'improvvisazione. Il duo nasce nel 2000 con l'intento di sondare le possibilità improvvisative e le qualità performative e timbriche dei loro strumenti. L'idea guida del loro lavoro è la curiosità nei confronti della composizione e dell'improvvisazione e dei loro reciproci confini e punti d'intersezione. La loro ricerca nasce e si fonda sui percorsi intrapresi dai grandi compositori e improvvisatori contemporanei e l'interesse che ripongono nei confronti dei generi musicali più disparati. Da qui l'indagine sul suono, le sue possibilità espressive e musicali che li ha condotti ultimamente ad estendere il loro interesse all'elettronica e al suono manipolato elettronicamente.



L'ingresso al concerto è consentito fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Si prega, prima di accedere all'Area eventi, di ritirare il biglietto gratuito presso la biglietteria del Museo.

Per informazioni>
bè bolognaestate06 - Comune di Bologna
tel. 051-203040
a cura dell'Ufficio Promozione Giovani Artisti

Per accedere al programma completo degli eventi di bé bolognaestate 06 al Museo della musica>
www.comune.bologna.it/cultura/eventi.php

 

giovedì 13 luglio 2006
Cortile del Museo della musica
Logo tre quarti d'ora

L'amore é melodia e la melodia é altro

I concerti-aperitivo del Conservatorio "G.B. Martini"
al Museo della musica


"L'amore non ha immagine", recita il testo, perché, invece, "l'amore è melodia".
Così declama, sentenzia, annuncia, e musicalmente canta e suona verso la sua metà la bella e pregnante poesia scritta da Silvia Cecchi (sopra un'eroina medievale di nome Stamira che salvò la patria Ancona dal nemico in assedio) e musicata da Adriano Guarnieri: Solo di donna come titolo, "azione lirica" come genere, "per soprano, flauto, arpa, nastro e live electronics" come organico. Colori chiari, fluidi, argentei, astrali per una composizione che nel 2003 ebbe l'idea di coniugare l'"azione" e cioè il movimento, il dramma, con il "lirico" e cioè la stasi, la sospensione, in una forma letteraria di dialogo che nella musica diventa monodica e polistrumentale, fra un Solo (voce di donna) e certi Tutti forse non insensibile al concerto solistico, alla cantata da camera, all'aria da concerto di memoria sei-settecentesca. Importante nella produzione di Guarnieri, "oltre che della sua personalità di compositore il brano è transitivamente rappresentativo del suo particolare e incisivo impegno didattico" (Morini) e dà conto del nuovo interesse nutrito nei confronti del grande strumento a corde pizzicate. Adriano Guarnieri (Sustinente - MN, 1947) ha studiato a Bologna con Giacomo Manzoni e dopo aver insegnato a Milano è passato al Conservatorio di Bologna, docente di fuga e composizione nonché di live electronics (in collaborazione con Alvise Vidolin). Vanta un catalogo molto ricco e suggestivo (fin dalla scelta dei titoli), di alta qualità e grande varietà, dal Mistère per 7 strumenti del 1978 alla scenica Medea lungamente coltivata, cimentata e infine stabilita nella versione veneziana del 2002 (Premio Abbiati 2002 come novità assoluta). Le tante esperienze svolte con il pianoforte e l'orchestra, il violino e le percussioni, il canto e la recitazione, il più libero polistrumentalismo e la tecnologia elettroacustica sono sfociate nella viva passione per poeti come Pier Paolo Pasolini e Angelo Poliziano per produrre alcuni momenti fondamentali della scena musicale di oggi, sulla base di un'estetica di sonorità piuttosto che di intervallistica e di teatro non d'azione ma di musica: Il trionfo della notte (1987) e Orfeo cantando... tolse (1994).
Tutt'altra aria nella seconda parte del concerto. Giacomo Gotifredo Ferrari (1763-1842), che nacque a Rovereto tre anni dopo Cherubini e morì lo stesso anno (non a Parigi bensì a Londra), studiò a Napoli con Paisiello, visse a Parigi e a Londra come maestro al cembalo dei relativi teatri, fu operista di un certo successo e un fecondissmo compositore di musica da camera: una sola è la partitura operistica pervenuta completa (edizione moderna curata da Angela Romagnoli), mentre delle altre musiche si possiede ora il libretto, ora una serie di frammenti, ora un'edizione per canto e pianoforte (spesso anche nulla). Esiste poi un manuale di canto edito a Londra nel 1818 e ripetutamente riedito, dove il bravo Ferrari dimostra di conoscere e aver applicato i migliori principi del belcanto, in precedenza sistemati dal famoso trattato di Giambattista Mancini. Quanto alle idee, un eccellente intuito: imbevuto sì di musicalità settecentesca ma mai a discapito dell'importanza della parola, Ferrari era sempre inteso a raccomandare ai "giovinetti compositori" di prendere per modello un fenomeno irripetibile, una "cometa che passa, e ritorna qualche secolo dopo, o che talvolta non si rivede più" come un certo Wolfgang Amadeus Mozart. Di questo Gotifredo o Goffredo il concerto odierno propone una significativa antologia di musiche vocali e strumentali, in molto probabile prima esecuzione moderna.


giovedì 13 luglio
ore 21.00
L'amore é melodia e la melodia é altro
     Daniela Uccello (voce)
     Annamaria Morini (flauto)
     Paola Perrucci (arpa)
     Nicola Buso (regia del suono)

   Adriano Guarnieri >
             Solo di donna azione lirica per soprano, flauto, arpa e live-electronics
   Giacomo Gotifredo Ferrari >
             Six Ariettas per voce e arpa
             Sonata II per flauto e arpa
             Six canzonettes per voce e arpa



L'ingresso al concerto è consentito fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Si prega, prima di accedere al cortile, di ritirare il biglietto gratuito presso la biglietteria del Museo.

Per informazioni>
Conservatorio di musica "G.B. Martini"
tel. 051-221483

 

20-27 aprile 2006
Sala eventi

NonsoloMozart

Wolfgang Amadeus a 250 anni dalla nascita
e qualche buon collega d'annata

 

Mozart da Salisburgo a Vienna, a Parigi, al mondo e anche a Bologna, città che mantiene la volontà di conservare intatta la memoria del grande compositore salisburghese e del suo intenso periodo bolognese.
Nell'ambito di NonsoloMozart, rassegna di conferenze, visite e spettacoli, il Museo della musica vi propone due concerti molto particolari con interpreti d'eccezione.
Si inizierà il 20 aprile con Francesco Cera al clavicembalo e Marco Serino al violino (un Guadagnini del 1745): la serata sarà incentrata sull'infanzia di Mozart, una fase della sua vita conosciutissima per quanto riguarda la precocità e le strabilianti capacità di esecutore e improvvisatore del piccolo Wolfgang.
Il secondo concerto, la settimana successiva, avrà come protagonista la produzione cameristica mozartiana, nell'esecuzione dei Salzburg Chamber Soloists, costituiti nel 1991 riunendo i migliori allievi del Mozarteum con musicisti già affermati in campo internazionale e considerati oggi come una delle migliori orchestre da camera del mondo. Nel programma proposto, oltre ad alcune tra le pagine più interessanti della produzione mozartiana da camera, una vera curiosità: il repertorio di brani scritti da Mozart per la glassharmonica, particolare strumento che verrà presentato nella serata da uno dei suoi massimi interpreti, Gianfranco Grisi.



giovedì 20 aprile
ore 21.00
Mozart fanciullo tra violino e cembalo
     Marco Serino (violino - Giuseppe Guadagnini, 1745)
     Francesco Cera (clavicembalo)

    G.M. Rutini - Divertimento in do magg. dall'op.14
    C.Ph.E. Bach - Sonata in do min. per violino e clavicembalo
    W.A. Mozart - Sonata in sib magg. K 8
    W.A. Mozart - dalle 6 Sonate op.4 per violino e clavicembalo
                                 Sonata in sol magg. K 27
                                 Sonata in re magg. K 29
                                 Sonata in sol magg. K 11



giovedì 27 aprile
ore 21.00
KammerMozart 2006
Salzburg Chamber Soloists
     Claudio Montafia (flauto)
     Mario Frezzato
(oboe)
     Lavard Skou-Larsen
(violino)
     Firmian Lermer
(viola)
     Adriane Savytzky
(violoncello)
     Gianfranco Grisi
(glassharmonica)

   Quartetto in re magg. KV 285 per flauto, violino, viola, violoncello
   Quartetto in fa magg. KV 370 per oboe, violino, viola, violoncello
   Quartetto in sol magg. KV 285/b per flauto, violino, viola, violoncello
   Adagio in fa magg. KV 580/a per corno inglese, violino, viola, violoncello
   Adagio in do magg. KV 617/a per sola glassharmonica
   Adagio e Rondò in do magg. KV 617 per glassharmonica, flauto, oboe, viola, violoncello



L'ingresso agli eventi di NonsoloMozart è consentito fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Si prega, prima di accedere all'Area eventi, di ritirare il biglietto gratuito presso la biglietteria del Museo.

Per accedere al programma completo degli eventi di NONSOLOMOZART>
www.museomusicabologna.it/xmozartmuseomusica.htm

 

21-24 marzo 2006
Sala eventi del Museo della musica

Sonate ovvero Lezioni di Piano

Tutte le sonate per pianoforte di
Wolfgang Amadeus Mozart nel 250° della nascita
in collaborazione con

Tre concerti pomeridiani per l'integrale delle 19 sonate in ordine cronologico: su proposta e a cura degli insegnanti di Pianoforte principale proff. Ernestina Argelli (EA), Florenza Barbalat (FB), Bruna Bruno (BB), Giovanna Musiani (GM) e Simonetta Ventura (SV), con introduzioni critiche degli insegnanti di Storia della musica proff. Donata Bertoldi, Piero Mioli e Francesco Sabbadini, eseguono gli allievi piu' capaci e meritevoli delle classi relative.



martedì 21 marzo
ore 15.00
Il sonatismo pianistico di Mozart fra Haydn, Clementi e Beethoven
Francesco Sabbadini

ore 15.30
Sonata KV 279 in Do magg.
   Allegro
   Andante
   Allegro
Sonata KV 280 in Fa magg.
   Allegro assai
   Adagio
   Presto
Giacomo Zaccherini (triennio, 2° anno, GM)

Sonata KV 281 in Si bem. magg.
   Allegro
   Andante amoroso
   Rondò
Sonata KV 282 in Mi bem. magg.
   Adagio
   Minuetto I e II
   Allegro
Nina Milevoj (biennio, 2° anno, GM)

ore 17.00
Sonata KV 283 in Sol magg.
   Allegro
   Andante
   Presto
Sonata KV 284 in Re magg.
   Allegro
   Rondeau en polonaise
   Tema con variazioni
Luigi Moscatello (biennio, 2° anno, BB)


giovedì 23 marzo
ore 15.00
Mozart nel repertorio pianistico dell'Otto e Novecento
Piero Mioli

ore 15.30
Sonata KV 309 in Do magg.

   Allegro con spirito
   Andante un poco adagio
   Rondò
Marianna Turriciano (triennio, 3° anno, SV)

Sonata KV 310 in La min.
   Allegro maestoso
   Andante
   Presto
Yuka Ota (biennio, 2° anno, SV)

ore 16,30
Sonata KV 311 in Re magg.
   Allegro con spirito
   Andante con espressione
   Rondò
Mensi Manka (triennio, 1° anno, SV)

Sonata KV 330 in Do magg.
   Allegro moderato
   Andante cantabile
   Rondò
Yuka Ota (biennio, 2° anno, SV)

Sonata KV 331 in La magg.
   Allegro con variazioni
   Minuetto
   Allegretto alla turca
Elena Cortese (biennio, 2° anno, BB)

Sonata KV 332 in Fa magg
   Allegro
   Adagio
   Allegro assai
Luca Balboni (triennio, 2° anno, BB)


venerdì 24 marzo
ore 15.00
Tecnica e stile nella sonate per pianoforte di Mozart
Donata Bertoldi

ore 15.30
Sonata KV 333 in Si bem. magg.
   Allegro
   Andante cantabile
   Allegretto grazioso
Claudia D'Ippolito (biennio, 2° anno, FB)

Sonata KV 475 in Do min.
   Allegro
   Adagio
   Molto allegro

Sonata KV 533 in Fa magg.
   Allegro
   Andante
   Rondò
Marcus Baban (biennio, 2° anno, FB)

ore 17.00
Sonata KV 545 in Do magg.
   Allegro
   Andante
   Rondò
Alessandro Ratoci (triennio, 3° anno, EA)

Sonata KV 547 in Fa magg.
   Allegro
   Allegretto
Irene Puccia (biennio, 2° anno, EA)

Sonata KV 570 in Si bem. magg.
   Allegro
   Adagio
   Allegretto
Alessandro Ratoci (triennio, 3° anno, EA)

Sonata KV 576 in Re magg.
   Allegro
   Adagio
   Allegretto
Irene Puccia (biennio, 2° anno, EA)

 

L'ingresso ai concerti è consentito fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Si prega, prima di accedere all'Area eventi, di ritirare il biglietto gratuito presso la biglietteria del Museo

Per informazioni e prenotazioni>
www.conservatorio-bologna.com/index.php

www.museomusicabologna.it/informazioni.htm

 

venerdì 17 marzo 2006
Sala eventi

M.E.Bossi-Coro Euridice

La Missa pro defunctis di Marco Enrico Bossi
a cura del Coro Euridice di Bologna

Venerdì 17 marzo alle ore 18.00 presso la sala eventi del Museo della musica, è stato presentato al pubblico bolognese, con un'esecuzione dal vivo, Missa pro defunctis, il nuovo CD realizzato dalla casa discografica Tactus con musiche corali e organistiche di Marco Enrico Bossi, a cura del Coro Euridice di Bologna, diretto da Pier Paolo Scattolin con l'organista Andrea Macinanti.
La "Missa pro defunctis" op.83 di M.E. Bossi, inclusa nel programma del CD, viene per la prima volta incisa da una casa discografica: il personaggio e le opere dell'illustre compositore bolognese sono in questo modo ulteriormente messi in luce.


>www.tactus.biz

L'ingresso agli eventi è consentito fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Si prega, prima di accedere all'Area eventi, di ritirare il biglietto gratuito presso la biglietteria del Museo.

 

sabato 28 gennaio 2006
Sala eventi

Musicanimata [reloaded]

il cinema d'animazione da ascoltare
a cura di Laura Zardi e Andrea Martignoni

Dopo il successo di pubblico ottenuto dalla scorsa edizione, il Museo internazionale e biblioteca della musica propone a partire dal 17 dicembre la seconda edizione di MUSICANIMATA il cinema d'animazione da ascoltare. Dedicato non più solo ai bambini ma anche al pubblico adulto, il ciclo continua grazie alla fortunata collaborazione con Andrea Martignoni e Laura Zardi, due tra i pochi esperti - e collezionisti - che a Bologna si occupano di cinema di animazione e delle possibili fruizioni in ambito didattico, con una attenzione particolare al rapporto con la musica. Il calendario si articola in diversi appuntamenti: una sequenza di film di animazione a tema “natalizio”, le fiabe a tempo di musica, le corrispondenze tra suono segno e colore di Norman McLaren, la performance dal vivo di musicisti che “rimusicheranno” alcuni film. Infine un laboratorio a puntate dedicato esclusivamente ai bambini che si cimenteranno nella composizione di una vera e propria colonna sonora.

sabato 28 gennaio 2006
ore 21.00
Rimusicazione
Performance audiovisuale su film di animazione

PIANOFORTE>Fabrizio Puglisi
SASSOFONI>Edoardo Marraffa
PERCUSSIONI, OGGETTI, CD>Andrea Martignoni


L'ingresso al concerto è gratuito e consentito fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Si prega di ritirare il biglietto gratuito presso la biglietteria del museo.