Archivio eventi

archivio eventi

Museo della musica su Tripadvisor 

concerti gennaio-luglio 2009



24 febbraio e 7 marzo 2009
Sala eventi
Logo Evoluzioni 2009 - 24 febbraio e 7 marzo 2009 - Bologna Museo della musica Logo Collettivo Bassesfere - 24 febbraio e 7 marzo 2009 - Bologna Museo della musica Logo Scuola di musica popolare Ivan Illich - 24 febbraio e 7 marzo 2009 - Bologna Museo della musica

Evoluzioni 2009

III edizione
a cura di Collettivo Bassesfere e Scuola Popolare di Musica Ivan Illich

A partire dal 24 febbraio il collettivo Bassesfere, in collaborazione con la Scuola Popolare di Musica Ivan Illich e con il contributo di Angelica e del Comune di Bologna - Settore Cultura e rapporti con l'Università, presenta la terza edizione della rassegna musicale Evoluzioni 2009 - Non solo concerti inauditi, con i concerti di Eugene Chadbourne e di Patrizio Fariselli e la presentazione del libro Alla ricerca del silenzio perduto sull'edizione del 2008 del Treno di John Cage, eventi per la prima volta ospitati al Museo della musica.

martedì 24 febbraio
ore 21.00
Eugene Chadbourne (chitarra, banjo, voce)
Di Eugene Chadbourne si è scritto addirittura come di un terrorista sonoro. Più verosimilmente Eugene è un virtuoso della chitarra che di mestiere fa il musicista giramondo. Non un musicista qualsiasi, va detto: è un praticante convinto e testardo dell'autogestione totale e delle formule musicali più azzardate, uno sperimentatore ed un ricercatore instancabile. Le sue canzoni sono state definite come "l'arsenale della musica contro", e non è un'esagerazione. La sua attivita' si estende negli ultimi trent'anni ed è ricca, con un'approssimazione per difetto, di migliaia di concerti, centinaia di collaborazioni e una lista disumana di registrazioni su cassette, album e cd: tutti -tranne un paio- rigorosamente autoprodotti e venduti di persona ai concerti oppure pubblicati in giro per il mondo da etichette estremiste e altrettanto indipendenti.
Eugene nasce nel 1954 nello stato di New York , comincia a suonare la chitarra a 11 anni, ama Zappa, Hendrix e presto si innamora del blues , di Eric Dolphy e Mingus.
Le sue musiche sono mescolanze difficilmente descrivibili perché non rientrano nei canoni comuni: egli padroneggia egregiamente stili diversi ma ama stravolgere il tutto in un suono sempre graffiante e beffardo.


sabato 7 marzo
ore 21.00
Patrizio Fariselli (pianoforte , campionatori)
A Patrizio Fariselli le cose semplici non sono mai piaciute, fin da quando, agli inizi degli anni settanta, con i suoi AREA cercava di estendere i confini della musica italiana. Ma il compositore di Cesenatico è sempre riuscito, anche in seguito, nella non facile impresa di esprimere con semplicità concetti complessi e nuove vie espressive. Destinato ad un pubblico attento e voglioso di seguire l'evolversi di un discorso lontano dagli standard, questo nuovo progetto solista segna un nuovo importante capitolo nella storia di Patrizio Fariselli, pianista allergico alla banalità e sempre pronto ad un fuori pista rischioso, ma dal grande appeal.
>ROBERTO PAVIGLIANITI



L'ingresso agli eventi di Evoluzioni 2009 é consentito fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Si prega, prima di accedere all'area eventi, di ritirare il biglietto gratuito presso la biglietteria del Museo.


Informazioni>
Scuola Popolare di Musica Ivan Illich
Via Giuriolo 7 Bologna
tel>051357753
www.spmii.it

Sito ufficiale>
www.bassesfere.com




sabato 7 febbraio 2009
Sala eventi
Logo Festival Incorde - Sabato 7 febbraio 2009 - Bologna Museo della musica

In corde 2009

Insieme alla chitarra
III edizione

Dal 2 al 7 febbraio si svolgerà la terza edizione di In corde, festival dedicato alla chitarra giunto ormai alla sua terza edizione.
La manifestazione, frutto della collaborazione tra conservatori di musica ed istituzioni, animerà le città di Bologna, Ferrara, Cesena, Modena, Carpi, Pieve di Cento, Faenza, Cento, con incontri, concerti e una mostra di liuteria.
E quest'anno, come sede per il concerto di chiusura del ciclo sabato 7 gennaio è stata scelta la Sala eventi del museo della musica, che ospiterà una giornata a tema alla scoperta della chitarra con una lezione-concerto alle ore 11.00 e l'affascinante concerto a cavallo tra repertorio colto e popolare alle ore 21.00.
La chitarra, uno degli strumenti più antichi della cultura occidentale, ma anche icona della musica moderna, è capace di catalizzare un’ampia gamma di generi musicali e di svolgere un’importante ruolo di aggregazione e condivisione della musica, riuscendo a parlare sia al mondo degli appassionati della musica colta che al vasto pubblico giovanile che segue il jazz, il pop, o la musica classica.
Il repertorio scelto per il festival è rappresentativo di molte tendenze musicali dal ‘600 ad oggi e pone al centro del programma la musica d’insieme. Ne saranno interpreti giovani esecutori e studenti, accanto a solisti e docenti, una forma di collaborazione che, nello spirito di In corde, intende testimoniare il ruolo centrale della Scuola nella vita musicale.


sabato 7 febbraio
ore 11.00
Colto e popolare negli strumenti a pizzico
Incontro e visita guidata a cura di Stefano Cardi e Gabriele Lodi
Esempi musicali con tiorba, chitarra barocca e chitarra battente
a cura di Andrea Damiani, Fabiano Merlante e Gianfranco Preiti


ore 21.00
Colto e popolare
Concerto per ensemble e chitarra barocca
Nella sua lunga storia, la chitarra, ha forse rappresentato più di altri strumenti il mondo sonoro sottovoce, sviluppando l'arte di ascoltare, la ricerca del dialogo discreto. Le musiche in programma, seppure composte nell'ampio arco storico di 500 anni, si rivelano simili tra loro in questa sorta di cultura del sussurro e della conversazione. Cultura che accomuna anche i partecipanti a questo evento: i solisti ospiti, i docenti e gli allievi degli istituti promotori, e i maestri liutai, che con il loro viaggio tra le tappe significative dell’evoluzione costruttiva della chitarra, ci portano così vicini allo strumento da farci percepire la trama della materia, l'odore del legno, la grana della voce.
Stefano Cardi (direttore artistico Incorde)
>Giovanni B. Granata (1625-1690)
Brani da Novi Capricci Armonici Musicali in varj Toni per flauto e tiorba
>Tradizionale (Lazio)
La viola per voce, e strumenti
>Fernando Sor (1778-1839)
La Romanesca per flauto e chitarra
>Tradizionale (Calabria)
Tarantellina dei giganti per chitarra battente
>G. Girolamo Kapsberger (ca.1680–1651)
Canario per chitarra barocca e tiorba
>Francesco Molino (1775-1847)
Nocturne op.38 Andante cantabile; Rondò (Allegro)
>Francesco Corbetta (1615-1681)
Ciaccona da Vari capricci per la Ghitarra spagnuola
>Tradizionale (Calabria)
Pizzicarella per voce e strumenti
>Giacomo Merchi (1730-1789)
Duetto op.3 n°4 per due chitarre (Allegro; Minuetto)
>Mauro Giuliani (1781-1829)
Due pezzi dall’op.74 (Sostenuto; Allegretto spiritoso)
>Gaspar Sanz (1640-1710)
Tarantella per chitarra barocca
>Tradizionale (Puglia)
Tarantella del Gargano per voce e strumenti

VOCE>Laura Polimeno
FLAUTO>Enrico Casularo
CHITARRA BAROCCA E TIORBA>Andrea Damiani
CHITARRA>Stefano Cardi
CHITARRA BATTENTE E TAMBURO>Gianfranco Preiti
TIORBA>Fabiano Merlante
CHITARRA >Francesca Meli



L'ingresso agli eventi di Incorde 2009 é consentito fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Si prega, prima di accedere all'area eventi, di ritirare il biglietto gratuito presso la biglietteria del Museo.

Sito ufficiale>
www.incorde.it