Archivio eventi

archivio eventi

Museo della musica su Tripadvisor 

concerti settembre-dicembre 2009



sabato 7 novembre 2009
Sala eventi
Logo Gender Bender 2009Logo Il Cassero

Scott Matthew in concerto

concerto inserito nel programma di Gender Bender - 7 edizione
a cura de Il Cassero

Sabato 7 novembre alle ore 22.00 il Museo della musica ospiterà il concerto di Scott Mattews, inserito all'interno di Gender Bender, festival internazionale promosso da Il Cassero che presenta al pubblico italiano gli immaginari prodotti dalla cultura contemporanea, legati alle nuove rappresentazioni del corpo, delle identità di genere e di orientamento sessuale.
A renderle famoso Scott Matthew, sono stati i pezzi scritti e interpretati per la colonna sonora di Shortbus di John Cameron Mitchell. Ma il raffinato cantautore australiano dalla voce intensa e struggente aveva già rivelato il suo straordinario talento con "Elva Snow", disco scritto insieme a Spencer Cobrin (ex batterista di Morrissey) nel 2005. Autodefinitosi un “quiet noise maker”, Matthew è noto anche per i brani “Lithium Flower” e “Beauty is Within us” entrati nella colonna sonora della serie animata giapponese Ghost in the Shell, e anche per la canzone tema “Is it real?” della serie animata Cowboy Bebop . La sua voce, calda e dalle sfumature androgine, è inconfondibile. Oltre che straordinario cantante, Matthew è un ottimo musicista, in grado di suonare egregiamente chitarra e ukulele. La sua musica, malinconica, fragile e potente allo stesso tempo, ha la capacità di trascendere il tempo e lo spazio e di creare un legame immediato con l’ascoltatore. Un’alchimia che si rivela pienamente nelle esibizioni live dell’artista, capace di sintonizzarsi perfettamente nella stessa lunghezza d’onda del pubblico, rendendo magica e suggestiva ogni esibizione.



sabato 12 settembre
ore 22.00
Scott Matthew in concerto

Biglietto d'ingresso>15 euro (intero), 8 euro (ridotto)
L'ingresso al concerto è consentito fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Informazioni>
Il Cassero gay lesbian center
via Don Minzoni 18
40121 Bologna - Italy
tel>051.5280391
info@genderbender.it

Ufficio stampa>
Pepita Promoters s.n.c
tel>+39 051 2919805
fax>+39 051 2960653
cell>+39 333. 2366667
info@pepitapromoters.com

Siti ufficiali>
www.genderbender.it
www.scottmatthewmusic.com




sabato 12 settembre 2009
Sala eventi
Cover Quattro lembi di cieloLogo Arsarmonica

Quattro lembi di cielo

presentazione del CD di Daniele Venturi
a cura di Arsarmonica

Quattro lembi di cielo raccoglie dodici brani cameristici, tra cui gli omaggi ai poeti Alda Merini e Sandro Penna, composti da Daniele Venturi tra il 2003 e il 2008 ed eseguiti da musicisti di punta della scena nazionale: oltre a Raffaello Negri e Nicola Baroni, sono da segnalare i contributi del soprano Barbara Vignudelli, della violinista Antonella Guasti, dell'arpista Paola Perrucci e del controtenore di fama internazionale Alessandro Carmignani.
"Questo lavoro racchiude la ricerca di molti anni di esplorazioni e sperimentazioni sonore - spiega Daniele Venturi - E' un caleidoscopio musicale che unisce mondi apparentemente lontani ma vicini nello stile e nello sviluppo del materiale sonoro. Un universo di suoni che prende forma dal respiro ancestrale e costruisce 'castelli di sabbia' che si sciolgono nell'acqua, nell'aria o nell'anima stessa".
Atmosfere poetiche e sognanti, un'originale ricerca timbrica, costruzioni musicali armoniose. Evoca mondi antichi e perduti "Quattro lembi di cielo", il debutto discografico del bolognese Daniele Venturi, compositore e direttore di coro tra i più apprezzati della nuova generazione.
Prodotto da Arsarmonica per la casa discografica Bongiovanni e distribuito da Jupiter Classics in Italia e in oltre 100 paesi di tutto il mondo a partire da questo mese, l'album d'esordio del compositore emiliano, tra i più apprezzati della nuova generazione, sarà presentato sabato 12 settembre alle ore 17.00 al Museo internazionale della musica di Bologna (palazzo Sanguinetti, strada Maggiore 34). L'introduzione dei brani a cura del musicologo Raffaele Pozzi sarà seguita dalle prime assolute di Planto (eseguita da Nicola Baroni, violoncello solo) e di Quattro lembi di cielo (Raffaello Negri, violino solo).

>Daniele Venturi
Daniele Venturi nasce a Porretta Terme in provincia di Bologna nel 1971. Dopo essersi diplomato al Conservatorio di musica "G. Battista Martini" di Bologna in Musica corale e direzione di coro e al Conservatorio "G. Frescobaldi" di Ferrara in Composizione, si è perfezionato in Composizione con Giacomo Manzoni, Fabio Vacchi e Ivan Fedele e in Direzione d'orchestra con Piero Bellugi.
E' fondatore e direttore del coro d'ispirazione popolare Gaudium e dell'ensemble vocale Arsarmonica, con cui approfondisce, in particolare, il repertorio corale contemporaneo.
Trai suoi oltre sessanta lavori spicca la produzione teatrale: Colapisci e il ponte sospeso (2003) su libretto di Federico Berti (secondo premio ex-equo al concorso internazionale di composizione Gino Contilli di Messina 2003), Il Festino in tempo di peste (2004) da Aleksandr Sergeevic Puškin, opera in un atto unico per soli, triplo coro misto e grande orchestra, le musiche di scena per Giuda (2006) monologo teatrale di Sabina Guidotti per violoncello e live electronics, le musiche di scena per Typhoon (2007) da Joseph Conrad per voce recitante ed elettronica e quelle per Ombre di luci (2008) per mimo, arpa e live electronics, dedicate all'arpista Paola Perrucci.
Ha ricevuto commissioni da importanti enti e sue composizioni sono state eseguite in numerosi festival di musica contemporanea da artisti di fama internazionale e trasmesse da Radio Tre Suite.
Nel marzo del 2009 è stato tra i due compositori italiani selezionati, per rappresentare l'Italia al convegno internazionale dello Iamic a Toronto (International association of music information centers).



sabato 12 settembre
Quattro lembi di cielo
ore 17.00
Introduzione di Raffaele Pozzi (musicologo - Università Roma 3)
a seguire
Planto (Nicola Baroni, violoncello solo)
Quattro lembi di cielo
(Raffaello Negri, violino solo)
esecuzione in prima assoluta


"Composti in appena un quinquennio, tutti cameristici ma ognuno diverso dall'altro per scelta dell'organico, i dodici brani di Daniele Venturi propongono una riconoscibile continuità espressiva - afferma il critico e storico della musica Sandro Cappelletto - Formano le diverse tappe di uno stesso viaggio, si offrono come testimonianza di un itinerario personale, di una raggiunta maturità. Il cielo di Venturi non è monocromo, viene attraversato da venti furiosi, da brezze serenissime, si raggruma di nero, si rasserena e schiude".
Ad Alda Merini è dedicato Angeli che avete bisogno del suono, su testo tratto dalla Carne degli angeli della poetessa milanese: è questo il brano più raffinato del compositore emiliano, una ricerca di suono leggerissimo in cui controtenore e arpa paiono venire dall'infinito. E' invece un omaggio al poeta Sandro Penna Il mare è tutto azzurro, composizione che utilizza numerosi effetti onomatopeici della voce parlata e cantata e modalità di canto popolare mediterraneo (come grida e lamenti), eseguita dall'ottetto vocale Arsarmonica diretto dallo stesso Venturi.
"Troppo spesso, troppi giovani che avevano dimostrato un buon talento, hanno gettato la spugna contro ogni aspettativa del loro ex-insegnante - dice il compositore Giacomo Manzoni, che di Venturi è stato maestro alla Scuola di musica di Fiesole - Daniele Venturi non fa però parte di questa schiera. Dopo aver acquisito ampie conoscenze sulle tecniche compositive del nostro tempo, non ha avuto timore di continuare il suo lavoro affinando idee personali che lo distinguono dai tanti orologiai e ragionieri che popolano il panorama compositivo attuale. Chi ascolterà questo suo cd così ricco di spunti e di risultati felici se ne renderà conto".


Venturi si distingue dai tanti orologiai e ragionieri che popolano il panorama compositivo contemporaneo (Giacomo Manzoni)


L'ingresso agli eventi è consentito fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Si prega, prima di accedere all'Area eventi, di ritirare il biglietto gratuito presso la biglietteria del Museo.


Informazioni>
Associazione Arsarmonica
www.arsarmonica.it

Ufficio stampa>
Manfredi Liparoti - ufficio stampa Agenda
tel>051 330155
mail>m.liparoti@agendanet.it

Sito ufficiale>
www.danielventuri.it