Archivio eventi

archivio eventi

Museo della musica su Tripadvisor 

eventi culturali gennaio-luglio 2009



sabato 24 gennaio 2009
apertura straordinaria
Bologna Art First 08 Bologna Art White Night

Art White Night

La notte cambia colore
a cura di Artefiera - Artfirst


a cura di
Logo Artefiera 09

Sabato 24 gennaio, dalle 18.00 alle 24.00, il centro storico di Bologna diventerà una grande vetrina dell'arte contemporanea, con l'apertura serale di musei, gallerie e negozi, concerti in palazzi e luoghi storici della città.
E, come da tradizione, il Museo della musica non mancherà alla Notte Bianca dell'arte, con un'apertura straordinaria a partire dalle ore 18.00 fino alle ore 24.00 delle sale museali, delle installazioni e delle performance di Disharmonic Harmony e della personale di Giuseppe Mestrangelo Sutura-un filo di luce, inserite nel calendario di Artefiera Off.
Nel cortile, l'installazione di Bernar Venet Indeterminate Line (Corteen steel, 2001 162x183x116 cm, MAM Mario Mauroner Contemporary Art, Vienna), realizzata nell'ambito della rassegna Art First 2008

sabato 24 gennaio
dalle ore 18.00 alle ore 24.00
Apertura straordinaria
della collezione permanente del Museo della musica, di Disharmonic Harmony e di Sutura-un filo di luce
ore 19.00-21.00-22.00
Luci di scambio
Performance interattiva>Compagnia LTD. Da un’idea di>Elena La Ganga.
Con
>Giorgia Casini, Federica Formentini, Laura Matano, Lucia Rossi


L'ingresso agli eventi dell'Art White Night è gratuito
Si prega, prima di accedere al Museo, di ritirare il biglietto gratuito presso il bookshop al piano terra.
Vi ricordiamo che, a partire dalle ore 20,00 sino alle ore 24,00, sarà attivo un servizio gratuito di navette (con frequenza circa ogni 10 minuti) che partirà da Musei Universitari di Palazzo Poggi ed andrà al Mambo e viceversa passando per il centro città dove effettuerà fermate in via Rizzoli (altezza Roxy Bar), in piazza Maggiore (davanti al Nettuno), in via Indipendenza (all’altezza di via Manzoni - Museo Civico Archeologico).


Orari e fermate della navetta
Art White Night - sito ufficiale


Per informazioni>
Arte Fiera - BolognaFiere
Viale della Fiera, 20
40127 Bologna
tel. +39 051 282111
fax. +39 051 6374019
artefiera@bolognafiere.it
www.artefiera.bolognafiere.it




17, 24 e 30 maggio 2009
Sala eventi
Cartolina Trilogia sui sensi Bologna Museo della musica dal 17 al 30 maggio 2009

Trilogia sui sensi

viaggio fra immagini visive e sonore
a cura di Vision-arie
a cura di
Logo Vision-arie

L'associazione culturale Vision-arie, in collaborazione con il Museo della musica, presenta presso la Sala eventi di Palazzo Sanguinetti una rassegna dedicata ai sensi della vista e dell'udito, dal titolo Trilogia sui sensi - viaggio fra immagini visive e sonore.
Un viaggio sensoriale e intellettuale, in 3 appuntamenti dal 17 al 30 maggio, fra diversi approcci e modalità di vedere e di ascoltare, esplorando profondamente i rapporti, le supremazie e la complementarietà dei sensi.
Attraverso giochi di luce, visioni, buio, voce, suoni, musiche, rumori, letture, danza, il pubblico verrà immerso in atmosfere che ogni volta diversamente andranno a stimolare i sensi della vista e dell'udito, mettendone in risalto le potenzialità e i difetti, le qualità e i limiti. Tre lezioni/spettacolo, in cui le parole e le riflessioni "filosofiche" e "letterarie" del prof. Paolo Gozza si completeranno con gli interventi teatrali, visivi, musicali, gestuali nati dal connubio fra l'associazione culturale Vision-arie e la Soundgap Music Production.

domenica 17 maggio
ore 17.00
In ascolto
lezione-spettacolo sull'udito ispirato a Un re in ascolto di I. Calvino
Il primo appuntamento sull'udito, ed in particolar modo sull'ascolto, condurrà lo spettatore attraverso una riflessione acustica, uditiva, in cui l'immagine, il visivo diventa superfluo, marginale.
Il pubblico potrà quindi assaporare e riappropriarsi del senso dell'udito, utilizzandolo appieno e riscoprendo effettivamente il valore dell'ascolto.
A partire dalla riflessione e dallo studio di Un re in ascolto di Italo Calvino si dimostrerà come l'udito possa "esistere" senza la vista; e di come in certi casi la possa addirittura sostituire, se non "anticipare", attraverso la sua capacità di pre-vedere.

domenica 24 maggio
ore 17.00
Alla cieca
lezione-spettacolo sulla vista, con la partecipazione della danzatrice Viktoria Vandelli
Il secondo appuntamento sulla vista, precipeterà lo spettatore negli abissi visivi, immaginari e visionari, che questo senso, predominante nella nostra epoca, ha il potere di suscitare in tutti noi, spesso ingannandoci e illudendoci.

sabato 30 maggio
ore 17.00
Eco e Narciso
lezione-spettacolo sull'incontro vista-udito, rilettura moderna del mito di Eco e Narciso
Il terzo appuntamento sull'incontro-scontro fra udito e vista, lo riproporrà sotto le vesti del mito di Eco e Narciso, Eco-Ascolto e Narciso-Immagine egotica riflessa.
Possono questi due mondi dialogare? Il mondo esterno ed il mondo interno possono entrare in contatto?


Direzione artistica e organizzazione>Vision-arie
Regia e voce recitante>Stella Saladino
Testi>Lucia Sedda
Scenografie>Erica Saladino
Musiche e sonorizzazioni>Andrea Gianessi - Soundgap Music Production



L'ingresso agli eventi è consentito fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Si prega, prima di accedere all'Area eventi, di ritirare il biglietto gratuito presso la biglietteria del Museo.


Per informazioni>
Associazione Culturale Vision-arie
Via San Petronio Vecchio 10 - Bologna
tel>3385215914
info@visionarie.it
www.visionarie.it




4-31 luglio 2009
Spazio mostre temporanee
Cartolina Original cultures - Bologna, Museo della musica, 1-31 luglio 2009Be - Bologna Estate 2009 al Museo della musica

Original cultures

Connecting cultures through modern performing arts
in collaborazione con Teatrino Clandestino, Museo della Musica di Bologna e Modo Infoshop
a cura di
Logo Original cultures

Original Cultures è una nuova iniziativa no-profit per promuovere e facilitare lo scambio culturale tra il Giappone e i paesi europei a livello artistico.
Con base in Europa e Giappone, Original Cultures si prefigge di fare da ponte tra le scene artistiche di paesidistanti dal punto di vista culturale, linguistico e geografico, riunendo autori della scena musicale e visiva peruna serie di workshop, seminari, showcase dal vivo e altre attività, che daranno loro la possibilità di creare arteassieme, relazionarsi in nuove produzioni e presentarle a pubblici diversi.
La città di Bologna ospiterà il primo evento pilota di Original Cultures che sarà suddiviso in due parti: dal 3 al 6 giugno presso il Sì (via San Vitale 67) e dall’1 al 31 luglio presso il Museo Internazionale e Biblioteca della Musica di Bologna (Strada Maggiore 34).
Il pilota coinvolgerà sei artisti del campo musicale e delle arti visive, rappresentanti ciascuno un paese. Ericailcane, Dem, Will Barras, Tayone, 2Tall/Om Unit e Tatsuki collaboreranno nel creare un lavoro unico, interagendo durante workshop, seminari e altre iniziative nei giorni che vanno dal 3 al 5 giugno. Il 6 giugno si terrà lo showcase finale in cui confluirà tutto ciò che è stato ideato e prodotto nei giorni precedenti, proponendolo al pubblico in una forma nuova e originale.
Nel mese di luglio, presso il Museo Internazionale e Biblioteca della Musica di Bologna, sarà allestita una mostra/installazione volta all’esposizione di tutta la produzione effettuata durante il periodo del workshop e dello showcase finale.

sabato 4 luglio
ore 12.00
Inaugurazione Original Cultures Exibition

dal 5 al 31 luglio
mar-ven 9.30-16.00
sab-dom 10.00-18.30
Original Cultures Exibition
Mostra/installazione dell'intera produzione realizzata per Original Cultures 2009

Si prega, prima di accedere allo spazio mostre temporanee, di ritirare il biglietto gratuito presso la biglietteria del Museo.

Press kit>
comunicato>www.originalcultures.org/documentation/info/OC_comunicato.pdf
schede artisti>www.originalcultures.org/documentation/info/OC_scheda_artisti.pdf
foto>www.originalcultures.org/documentation/artist%20images/
flyer>www.originalcultures.org/documentation/propaganda/original_flyer.pdf

Original Cultures è anche uno spazio web in cui potrete trovare podcast, video, informazioni e seguire, con aggiornamenti real time, gli sviluppi dell'evento.

Per ulteriori informazioni, materiali, interviste con gli artisti, appuntamenti:
ORIGINAL CULTURES COMUNICAZIONE
Lucia Fabrizio
Mobile>+ 39 333 9702931
lucia@originalcultures.org
http://originalcultures.org




8-9 luglio 2009
Sala eventi
Cartolina Cairoscape - Bologna, Museo della musica, 8-9 luglio 2009Be - Bologna Estate 2009 al Museo della musica

Cairoscape Screening Programme

Images, Imagination and Imaginary of Contemporary Mega City
nell' ambito di PASS - Produce Art (as) Social Strategy 2010 - 2011
a cura di
Logo Nosadella2

Mercoledì 8 e giovedì 9 luglio, dalle ore 21.00 alle ore 23.00 presso la sala eventi del Museo della Musica di Bologna, Nosadella.due presenta Cairoscape Screening Programme, a cura di Marina Sorbello e Antje Weitzel.
Inserita nell'ambito di Bè Bologna Estate 2009, la rassegna propone per la prima volta in Italia le opere video di Hala Elkoussy, Christoph Oertli, Iman Issa, Shady El Noshokaty, Hermann Huber, Doa Aly, Khaled Hafez e Ahmed Khaled, otto artisti contemporanei provenienti dal Cairo.
Cairoscape Screening Programme è tratto dal progetto Cairoscape. Images, Imagination and Imaginary of Contemporary Mega City, progetto dedicato alla ricerca artistica e culturale contemporanea del Cairo, presentato in versione integrale a Berlino nell'autunno 2008, curato da Marina Sorbello (I) e Antje Weitzel (D), fondatrici di Uqbar Projectspace di Berlino (D).
Cairoscape Screening Programme è inserito all'interno di PASS - Produce Art (as) Social Strategy, programma di residenza e di presentazione di progetti artistici internazionali, ideato da Giusy Checola in collaborazione con Elisa Del Prete, curatrici e coordinatrici di Nosadella.due.
Il progetto si propone di indagare attraverso periodi di studio, conferenze, proiezioni, progetti artistici e workshop, l'attuale processo di trasformazione dei Paesi del Mediterraneo e dei Balcani in rapporto all'Italia, in alcuni casi "terra di passaggio" per l'Europa e in altri "terra promessa" d'approdo. Le trasformazioni della geografia europea seguite alla crisi dell'eurocentrismo hanno portato trasformazioni territoriali, urbane, sociali, economiche, giuridiche, che stanno modificando la nostra dimensione quotidiana, introducendo nuovi modelli di condivisione e scambio con popolazioni vicine geograficamente ma non culturalmente. Cosa significa oggi per l'Italia essere un paese del Mediterraneo e cosa rappresenta per i Paesi vicini, alcuni dei quali al centro di accesi dibattiti internazionali per il loro ingresso nell'Unione Europea? E' un modello da seguire o al contrario rappresenta un occidente materialista che ha perso i suoi valori culturali, sociali, religiosi e politici? Con quali reazioni, progressive o regressive, l'Italia risponde all'innovazione economica di questi paesi, allo sviluppo dei territori, all'evoluzione delle ideologie politiche e religiose, e soprattutto alla loro identità culturale?

mercoledì 8 luglio
ore 21.00
Cairoscape Screening Programme /1
Hala Elkoussy Peripheral Stories* (2005, 28 min.)
Christoph Oertli Cairo (2006, 11 min.)
Iman Issa Making Places (2007, 5 min.)
Shady El Noshokaty Stammer - A Lecture in Theory* (2007-2008, 12 min.)

giovedì 9 luglio
ore 21.00
Cairoscape Screening Programme /2
Doa Aly Chinese Pretty* (2006, 12 min.)
Hermann Huber Tiring (2006, 25 min.)
Ahmed Khaled Fish Eye* (2007, 22 min.)
Khaled Hafez Idlers' Logic* (2003, 24 min.)
* in lingua araba con sottotitoli

Fino alla fine degli anni Ottanta il Cairo è stata la città di una delle più grandi industrie cinematografiche del mondo, comparabile solo a quella degli Stati Uniti e dell'India. Il Cairo stesso, con le sue contraddizioni e la sua varietà di umanità e storie, è stato ed è tuttora il soggetto di numerosi film, corti, produzioni indipendenti e opere video che registi e artisti, egiziani e internazionali, realizzano e producono affrontando tematiche che vanno dalla fiction al documentario di critica sociale, dai film d'autore a video più sperimentali che escludono la narrazione.
Se consideriamo i fenomeni che interessano la megalopoli arabo-africana ci rendiamo subito conto che la sovrappopolazione, l'inquinamento, la discriminazione sociale, la flessibilità e l'informalità del lavoro, la progressiva scomparsa della classe media e la quasi inesistente partecipazione politica allo sviluppo socio-culturale non riguardano solo il Cairo ma anche molte città del cosiddetto Primo Mondo.
Le opere presentate ci mostrano una realtà lontana dalle immagini stereotipate a cui tuttora associamo il Cairo, che al contrario può essere considerato un punto di osservazione privilegiato per indagare anche il nostro presente e immaginare il futuro del Mediterraneo.


L'ingresso agli eventi è consentito fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Si prega, prima di accedere alla sala eventi, di ritirare il biglietto gratuito presso la biglietteria del Museo.

Informazioni>
Nosadella.due - Residency for Artists and Critics
Via Nosadella 2
40123 Bologna
tel>+ 39 3923457410

Siti ufficiali del progetto>
http://cairoscape.org
www.nosadelladue.com




domenica 15 novembre 2009
Sala eventi
Logo Palestrina Princeps Musicae - Bologna, Museo della musica, 15 novembre 2009 Logo Venite Pastores 2009

Palestrina Princeps Musicae

prima proiezione del film di Georg Brintrup
inserita nell'edizione 2009 di Venite Pastores

Domenica 15 novembre alle ore 17.00, presso il Museo Internazionale e Biblioteca della Musica sarà proiettato il film musicale di Georg Brintrup (2009) Palestrina princeps musicae, prodotto per la Televisione tedesca ZDF e il canale Arte.
La manifestazione è realizzata nell’ambito della IX edizione del festival di musica e spiritualità Venite Pastores.
La colonna sonora, più di quaranta minuti di musica sacra e profana del grande polifonista del Rinascimento è affidata all’intensa interpretazione di Flavio Colusso con l’Ensemble Seicentonovecento e la Cappella Musicale di San Giacomo. Nel cast degli attori da segnalare Giorgio Colangeli, Domenico Galasso, Franco Nero, Remo Remotti, Renato Scarpa.
Alla proiezione seguirà una conversazione con Georg Brintrup, autore e regista del film, Flavio Colusso e il musicologo Johann Herczog consulente scientifico della produzione.

domenica 15 novembre
ore 17.00
Palestrina Princeps Musicae
di Georg Brintrup (Italia, 2009, 52', produzione: ZDF / ARTE)
prima proiezione del film e incontro con il regista

Quando Giovanni Pierluigi da Palestrina (Ioannes Petrus Loisius Praenestinus, ca.1525-1594) morì, lasciava ai posteri un'eredità di quasi mille composizioni.
Questo film mira a far percepire il ponte ideale che ci unisce alla musica del compositore, per mostrare come la eco del suono da lui creato è in grado di impressionare la coscienza moderna. Con l'ausilio della tecnica video ad alta definizione ho cercato di trasmettere la vitalità della sua arte musicale e di far comprendere perché Palestrina fu elevato a "Principe della musica". Nella cultura occidentale i suoi capolavori sono come gli affreschi di Michelangelo e di Raffaello, i drammi di Shakespeare o le scoperte di Galileo. Di fronte ad essi i rumori e il frastuono del quotidiano contemporaneo si mostrano per quello che sono: una patina di polveri sottili che inquinano la vera forza vitale che è nello spirito dell'uomo. E la musica di Palestrina può risvegliare quella forza: stimolando la fantasia sembra capace di muovere i granelli di polvere, sospesi nei raggi di luce, come se fossero pianeti dell'Universo; di rendere le stelle gocce in un oceano di silenzio; di mutare un edificio del Rinascimento in un'architettura minimalista di oggi.
Nel film il protagonista non appare sempre "in persona", ma incontriamo i suoi amici e i suoi nemici che ci rivelano i diversi aspetti dell'uomo e dell'artista. Biografia, tecnica della composizione, logica sottesa alle azioni e alle scelte sono presentati attraverso la luce riflessa dei suoi contemporanei che pronunciano commenti o semplicemente ricordano fatti salienti: membri del clero romano, principi, musicisti, alcuni dei suoi ex-allievi, i suoi familiari, e infine un moderno maestro di cappella nella Roma di oggi, che ho voluto riprendere sul campo, mentre è al lavoro con i suoi cantori. Interventi preziosi al fine di contestualizzare l'artista e la sua opera in un ambiente di grandi contraddizioni e tensioni ideali, artistiche, sociali, religiose.
Un gruppo di voci maschili eseguono i brani sia in dodici, sia a "parti reali" a sei, cinque o quattro voci; i solisti non vengono ripresi in maniera fissa in mezzo allo spazio delle chiese e degli altri luoghi, ma sono "attori", nucleo/centro e nello stesso tempo elemento unificante del film: un corpo risonante che poi può anche essere "sezionato", perché ogni voce è indipendente dalle altre e può essere a sé. Il gruppo "commenta" acusticamente la biografia di questo grande maestro, presentando sia alcune delle opere più famose, ma anche composizioni meno conosciute.
La musica di Palestrina si trova sempre sulla soglia, in quello spazio magico dove regna l'assoluto silenzio, dove tutto è sospeso, dove ciascuno è capace di aprirsi oppure di chiudersi; dove è visibile l'ambiguità della vita stessa. Da qui muove e si sviluppa la suspense del film. Saranno poi le immagini a condurre alla musica, a mettere la musica in scena. [Georg Brintrup]


L'ingresso alla proiezione è consentito fino ad esaurimento posti disponibili.
Si prega, prima di accedere all'Area eventi, di ritirare il biglietto gratuito presso il bookshop del Museo.


Informazioni>
Musicaimmagine
tel>3286294500
musicaimmagine.prom@tiscali.it
scheda Palestrina princeps musicae

Venite Pastores 2009: Bologna, Lecce, Napoli, Otranto, Palermo, Roma, Vienna
Pontificio Consiglio della Cultura, Ambasciata d’Austria in Italia, Ministero degli Affari Esteri, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Provincia di Napoli, Comune di Lecce, Comune di Lucca, Comune Napoli, Comune di Rimini, Comune Roma, ENAP-PSMSAD.




2-4 ottobre 2009
Sala eventi
Logo 45giri Fastival 2-11 ottobre Museo della musica BolognaLogo Fastival 2-11 ottobre Museo della musica Bologna

FASTival al Museo della musica

Iniziate a correre...il tempo stringe!
un progetto dell'Ufficio Giovani del Comune di Bologna

Dal 2 all'11 di ottobre vi aspettiamo al FASTival, un evento promosso dall'Ufficio Giovani del Comune di Bologna mirato a coinvolgere i talenti del territorio nell'ambito del fumetto e della produzione audiovisiva attraverso due maratone: 24 Hour Italy Comics e 45girifilm. Un'occasione per mettere in rete i giovani creativi dando voce alle numerose realtà produttive indipendenti che animano il tessuto culturale bolognese. Due concorsi artistici legati al tempo. 24hour Italy Comics si svolge in 24 ore e prevede che i disegnatori partecipanti realizzino 24 tavole in 24 ore. L'appuntamento ormai consolidato - nato negli Stati Uniti una ventina d'anni addietro e diffusosi poi in diversi Paesi del mondo - a Bologna vedrà la luce all'interno della suggestiva cornice di Palazzo Re Enzo.
45girifilm è una gara cinematografica i cui partecipanti dovranno realizzare nell'arco di 45 ore il videoclip di un brano musicale: a ogni troupe iscritta, infatti, verrà assegnato un brano musicale tramite sorteggio che si svolgerà presso le sale del Museo Internazionale e Biblioteca della Musica di Bologna nella serata di venerdì 2 ottobre. Nelle 45 ore successive dovrà essere realizzato un videoclip inedito che rispetti le condizioni assegnate (elementi obbligatori, ambientazione, etc): obiettivo del concorso è la produzione di videoclip per opera di realtà produttive esistenti o nuovi gruppi di lavoro in collaborazione con musicisti.

venerdì 2 ottobre
ore 20.30
45 giri film - sorteggio e partenza
Iniziate a correre...il tempo stringe!
Al via il conto alla rovescia delle 45 ore: parte 45girifilm con il sorteggio dei brani musicali al Museo della Musica.

A ogni troupe iscritta verrà consegnato per estrazione un brano su cui realizzare il videoclip, insieme ad alcuni requisiti tecnici da regolamento.
I brani assegnati alle troupe sono stati selezionati in collaborazione con il MEI - Meeting degli Indipendenti, importanti festival musicali italiani per artisti emergenti e Flashmusica, il portale della musica delle Politiche Giovanili del Comune di Bologna.
Una giuria di esperti decreterà un unico vincitore che, durante la serata finale dell'evento finale, riceverà in premio la PRODUZIONE DEL VIDEOCLIP DI UN BRANO DI CAPAREZZA.
Grazie all'impegno di un network di realtà che operano nel settore dell'audiovisivo bolognese, 45GIRI FILM si propone di stimolare il tessuto produttivo culturale e metterlo alla prova, a confronto con una dimensione professionale.

domenica 4 ottobre
ore 17.30
45 giri film - arrivo e riconsegna
consegna dei videoclip allo scadere 45 ore


L'ingresso al FASTival è consentito fino ad esaurimento posti disponibili.
Si prega, prima di accedere all'Area eventi, di ritirare il biglietto presso il bookshop del Museo.


Informazioni e iscrizione>
Le iscrizioni a entrambi i concorsi sono già aperte. Termine ultimo per partecipare a 45girifilm: giovedì 1 ottobre ore 12
FASTival: Ufficio Giovani - Comune di Bologna - Settore Sport e Giovani
via Oberdan, 24
40126 Bologna
tel>051 2194771 - 4639 - 4671
fax>0512194719
45giri@fastival.it
www.fastival.it

FASTival è un evento promosso dall'Ufficio Giovani del Comune di Bologna - network metropolitano Giovani Online e Associazione Culturale MercanZIA, con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna, in collaborazione con Museo Internazionale e Biblioteca della Musica di Bologna, Cineteca Comunale, Bologna Film Commission, Bologna Fiere Group, Consorzio Digicittà, Movieland, Teatri di Posa 051, Cronos film, Cinecircuito, PIVI - Premio Italiano Videoclip Indipendente, MEI - Meeting degli Indipendenti, Hamelin Associazione Culturale, Associazione Amici del Future Film Festival.




venerdì 25 settembre 2009
Sala eventi
Logo Rivista Dada al Museo della musica Bologna 25 settembre 2009Logo Artelibro 2009

Arte e Musica - RivistaDada al Museo della musica

presentazione del n.15 della RivistaDADA
a cura di DADA-Artebambini e Museo internazionale e biblioteca della musica

a cura di
Logo ArtefattaLogo Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna
DADA è una rivista d'arte trimestrale, famosa perché è stata la prima a rivolgersi direttamente ai bambini, nella convinzione che la formazione artistica dovrebbe cominciare da loro, come occasione per scoprire, inventare, creare.
Il suo approccio tematico e multidisciplinare permette ad ogni numero di scoprire artisti, movimenti artistici e periodi di storia dell'arte, temi di attualità attraverso esperienze, racconti, ateliers, testimonianze e ricerche: tutto ciò ha fatto sì che DADA sia stata premiata nel 2000 alla Fiera Internazionale del Libro per ragazzi di Bologna, nella categoria "Arte per ragazzi".
Ad ogni numero, la redazione della rivista richiede l'intervento di esperti, artisti, storici dell'arte, scrittori e poeti, ciascuno con la propria personalità e il proprio talento, per trasformare l'arte in immagini, esperienze e storie: e per il numero di settembre, dedicato ad arte e musica, ad essere coinvolto è stato proprio il Museo della musica di Bologna.
Siamo quindi molto felici di presentare il prodotto di questa collaborazione all'interno della rassegna Artelibro 2009, nella giornata di venerdì 25 settembre alle ore 11.00: una splendida occasione di incontro per mostrare come Arte e Musica possano fondersi tra loro con un taglio insolito e immediato adatto sia agli adulti che ai bambini.

venerdì 25 settembre
ore 11.00
RivistaDada - Arte e musica
presentazione del n.15 della Rivista DADA (21x24 cm, 52 pp., € 8,00)
Con gli interventi di
>Mauro Speraggi
e Paola Ciarcià (Edizioni Artebambini)
>
Jenny Servino
e Enrico Tabellini (Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna)
Su una lussuosa poltrona di velluto in un teatro dell’opera o su uno scomodo seggiolino di plastica in un palazzetto dello sport, seduti sull’erba fresca di uno stadio oppure sdraiati comodamente sul morbido letto della propria camera, in cucina mentre si aiuta a preparare la cena o in macchina prima di arrivare a scuola. La musica entra nella nostra vita quotidianamente in mille modi diversi e con mille significati. Accompagna i nostri momenti felici, sottolinea i nostri sentimenti più intensi, ci consola e ci coccola nelle occasioni più tristi. A volte semplicemente in sottofondo, quasi impercettibile, altre perentoriamente e ad alto volume, come protagonista principale. È la magia che racchiude la musica. Fra le arti forse la più precisa e “matematica”, ordinata e rigorosa, ma allo stesso tempo capace di essere alla portata di tutti e di far scaturire da questo ordine e rigore le emozioni che ti fanno scuotere e vibrare, che ti rendono vivo!



L'ingresso alla presentazione di RivistaDada al Museo della musica è consentito fino ad esaurimento posti disponibili.
Si prega, prima di accedere all'Area eventi, di ritirare il biglietto presso il bookshop del Museo.


Informazioni e iscrizione>
Edizioni Artebambini snc
via del Gandolfo 5/G
40053 Bazzano (BO)
tel>051 830990
fax>051 839457
artebambini@tiscalinet.it
www.rivistadada.it