Archivio eventi

archivio eventi

Museo della musica su Tripadvisor 

incontri gennaio-luglio 2009



sabato 13 giugno 2009
Sala eventi
Logo Chiavi d'ascolto

Chiavi d'ascolto

presentazione dei volumi della collana
in collaborazione con Albisani Editore
a cura di
Logo Albisani editore

Sabato 13 giugno alle ore 11.00 verrà presentato il volume Franz Schubert. Il Quintetto per Archi, quarta uscita della collana Chiavi d'ascolto, dedicata ai grandi capolavori della musica classica.
L'appuntamento è organizzato dall'Associazione Culturale Chiavi d'ascolto in collaborazione con Albisani Editore, e con il patrocinio del Museo della Musica.
Con l'approccio chiaro, rigoroso e accattivante proprio della collana l''autore Giancarlo Aquilini accompagnerà il pubblico alla scoperta del Quintetto per Archi di Franz Schubert, una delle sue composizioni più importanti.

sabato 13 giugno
ore 11.00
Franz Schubert
Il Quintetto per Archi
introduce>Stefano Malferrari (condirettore della collana Chiavi d'ascolto)
con>Giancarlo Aquilini (autore)


L'ingresso agli incontri è consentito fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Si prega, prima di accedere all'Area eventi, di ritirare il biglietto gratuito presso la biglietteria del Museo.


Per informazioni e contatti>
Albisani Editore
tel 051 2910442
>info@albisanieditore.it




8-16 maggio 2009
Sala eventi
Locandina Angelica 19 edizioneLogo Festival Angelica 19

Angelica 19

incontri&ascolti
a cura di Walter Rovere

Il momento maggio di AngELICA, nel suo diciannovesimo anno, si espande nell'arco di un mese: un programma aperto che prende la forma di una programmazione, e che accoglie al suo interno (quasi) tutte le forme musicali che contengono ricerca. 4+3+(1)+3+(2) giorni diventano come attimi figli di un momento nei quali scorre sempre musica diversa, quasi a mostrare una possibile idea di programmazione per uno spazio per la musica e per i musicisti sognato da troppo tempo.
E accanto agli appuntamenti programmati al Teatro San Leonardo, spazio deputato alle performance, anche per questa edizione il Museo della musica ospiterà gli incontri&ascolti in compagnia di Maryanne Amacher e di John Duncan, condotti quest'anno da Walter Rovere.


venerdì 8 maggio
ore 17.00
Incontro con Maryanne Amacher
>conduce Walter Rovere
Maryanne Amacher ha fatto della ricerca sul suono una missione e la sua performance riflette su questo; in questo progetto pensato per uno spazio specifico - Animation of Sound Characters in St. Leonardo – Maryanne lascia parlare il suono e fa risuonare il teatro: se un suono si trova da solo in una stanza e chi ascolta si trova in un altro ambiente, come si trasforma il suono originale attraverso lo spazio e la percezione del pubblico? Abituati ai concerti con la fonte di fronte, in questa diversa dimensione si accendono altri aspetti dell’ascolto. Nel processo di installazione della fonica, Maryanne medita lo spazio per offrire al suono un luogo nel quale si possa esprimere, sceglie i suoni da proiettare che assumeranno altre forme a seconda del viaggio che faranno per arrivare al pubblico e in concerto, in un certo senso, si limita a rispondere al suono che parla.

sabato 16 maggio
ore 12.00
Incontro con John Duncan
>conduce Walter Rovere
L’Ensemble Phoenix Basel è uno di quegli ensemble specializzati in musica contemporanea, sostenuti dalle istituzioni svizzere, che riempie quasi un vuoto in Italia, quello della difficoltà di esistere se la musica che fai riguarda l’oggi e il domani; un programma con musiche di Giacinto Scelsi, Alex Buess, John Duncan; Phantom Broadcast è il titolo della composizione di John Duncan: qui lo troviamo nella veste inedita di direttore d’orchestra che traduce una composizione elettronica in un vocabolario di suoni acustici; è attraverso la traduzione che si vuole creare qualcosa, tra l’origine e il significato finale; una cosa nasce in un modo e tradotta in un altro mette in luce aspetti che non erano previsti.


L'ingresso agli incontri di Angelica - 19 edizione è consentito fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Si prega, prima di accedere all'Area eventi, di ritirare il biglietto gratuito presso la biglietteria del Museo.


Per informazioni e contatti>
AngelicA
via Gandusio 10
40128 Bologna
tel/fax 051/240310
>info@aaa-angelica.com
>Ufficio Stampa

Sito ufficiale>
www.aaa-angelica.com




14, 21 e 28 maggio 2009
Sala eventi
Cartolina Lezioni di rock - Bologna Museo della musica 14-28 maggio 2009Logo Lezioni di rock - Bologna Museo della musica 14-28 maggio 2009

Lezioni di rock

viaggio al centro della musica con Ernesto Assante e Gino Castaldo
a cura di Casale Bauer

Ascoltare la musica, raccontare la musica. Un percorso guidato attraverso cinquant'anni di storia del rock, un lungo viaggio che parte dagli anni Cinquanta e arriva ai giorni nostri, illustrato da canzoni, filmati e parole.
Ogni giovedì il Museo Internazionale e biblioteca della Musica di Bologna, si trasformerà in una macchina del tempo, che permetterà di viaggiare a ritroso e riscoprire, in una serie di ascolti guidati, l'evoluzione di una musica, il rock, che non è mai stata soltanto musica, ma che ha portato con se sogni e passioni, idee e progetti, immagini e avventure, di diverse generazioni di giovani. Ernesto Assante e Gino Castaldo, proporranno alcuni dei grandi dischi che sono entrati nella leggenda del rock, ricostruiranno storie, racconteranno personaggi, guideranno il pubblico nell'ascolto di opere che fanno parte della storia della musica e della cultura moderne.


giovedì 14 maggio
ore 21.00
Stg.Pepper’s Lonely Hearts Club Band - The Beatles
>con Ernesto Assante e Gino Castaldo

Ci sono dischi che inevitabilmente fanno parte della storia. Di dischi così ce ne sono pochi. Forse ce n'è uno solo ed è, senza alcun dubbio, "Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band" dei Beatles. Pubblicato quarant'anni fa, il primo giugno del 1967, ha cambiato il corso della musica e, in parte, della cultura giovanile, è l' album che ha marchiato gli anni Sessanta, è un oggetto di culto ancora oggi venerato da innumerevoli fan. Il motivo? Basta scorrere i titoli dei brani che compongono l'album, canzoni destinate a restare nel tempo, a toccare la coscienza e l'immaginazione di chi le ascolta. E quella copertina, con i volti della storia e dello spettacolo ad attorniare i Beatles, un colpo di genio di uno dei più grandi artisti pop inglesi, Peter Blake, a stabilire i colori di quella che di lì a poco sarebbe stata la clamorosa "estate dell'amore" di San Francisco, con gli hippies, il movimento, e il sogno di cambiare il mondo. Un’opera d’arte, un disco che va ricordato perché racconta come eravamo, come volevamo essere, come potremmo essere.

giovedì 21 maggio
ore 21.00
Dark Side of the Moon - Pink Floyd
>con Ernesto Assante e Gino Castaldo

Inutile, forse, provare a presentare quello che secondo molti è il disco rock per eccellenza, l’album che molti, in ogni generazione da più di trent’anni, conoscono a memoria, l’album che mostrò al mondo, per la prima volta, non tanto "la faccia oscura della luna", quanto il lato ombroso della nostra anima. Ernesto Assante e Gino Castaldo vi accompagnano alla riscoperta di un capolavoro assoluto, "Dark side of the moon" dei Pink Floyd.

giovedì 28 maggio
ore 21.00
Who’s Next - The Who
>con Ernesto Assante e Gino Castaldo
Era il 1971, il rock aveva esaurito la sua carica propulsiva, il sogno di Woodstock era andato in frantumi, la guerra del Vietnam continuava, il "movement" era sotto lo scacco di una forte repressione. Pete Townshend pensa che non tutto sia perduto e che il rock possa ancora salvare il mondo. Da questa speranza nasce "Who’s next", il capolavoro degli Who, uno dei più grandi dischi della storia del rock, un capolavoro assoluto dove passione e note diventano un tutt’uno.


L'ingresso agli incontri di Lezioni di rock è consentito fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Si prega, prima di accedere all'Area eventi, di ritirare il biglietto gratuito presso la biglietteria del Museo.




domenica 26 aprile 2009
Sala eventi
Presentazione del CD Mirabilis Klezmer - Bologna Museo della musica 26 aprile 2009Logo Associazione Culturale APOSA

Mirabilis Klezmer

presentazione-concerto del CD dei Clara Corda Ensemble
a cura di Associazione Culturale APOSA

L'Associazione culturale APOSA, in collaborazione con il Museo della musica, presenta nella Sala eventi di Palazzo Sanguinetti (sede del museo) domenica 26 aprile alle ore 17.30 il cd del Clara Corda Ensemble dal titolo Mirabilis Klezmer.
La presentazione è a cura del prof. Piero Mioli, seguirà il concerto del Clara Corda Ensemble.
Originario delle regioni dell'Est Europa ed "emigrato" poi assieme alle comunità ebraiche negli Usa tra Otto e Novecento, il klezmer sta riscuotendo anche in Italia, come in tanti altri Paesi, un notevole successo di pubblico certamente a causa di quell'armoniosa commistione di suoni e melodie che vanno dalle musiche yiddish a quelle magiare, ma anche balcane e greche: tutte, comunque, prettamente popolari che venivano - e vengono tuttora - suonate, in occasioni di feste paesane e familiari come matrimoni, battesimi, ed anche funerali, durante le quali musicisti e spettatori possono esprimere e liberare passioni, emozioni e sentimenti.
Proprio a questo mix di linguaggi e di fusioni musicali si è ispirato il Clara Corda Ensemble in un suo CD che ha voluto intitolare Mirabilis Klezmer quasi a sottolineare una sorta di 'innamoramento meraviglioso' verso un repertorio fatto di bulgars, shers, o freylekes (tanto per citare solo alcuni tipi di danze) del tutto diverso da quello classico al quale i componenti il complesso hanno dedicato anni dei loro studi di conservatorio. Il repertorio che il gruppo affronta spazia dalle melodie klezmer alle danze slave e rumene, dai tanghi argentini ai valzer viennesi: questa poliedricità di interpretazioni è permessa appunto dall'unione di timbri e sonorità diverse, dalle quali nasce una vera e propria "orchestra da strada", ma anche, e soprattutto, da un obiettivo preciso voluto dai suoi componenti: superare i limiti geografici ed abbattere ogni tipo di barriera culturale per riscoprire la matrice unica di tutta la musica.


domenica 26 aprile
ore 17.30
Mirabilis Klezmer
>presentazione-concerto del CD dei Clara Corda Ensemble
>incontro con Piero Mioli

Il Clara Corda Ensemble (Antonio Laganà, violino; Mario Raimondo Gulli, clarinetto; Giuseppe Franchellucci, violoncello; Antonio Macaretti, fisarmonica), costituitosi nel 2006 a Bologna, vanta al suo attivo numerose esibizioni e qualificate collaborazioni musicali con enti ed istituzioni culturali bolognesi. Nel 2008 ha vinto la XX edizione del "On the road festival" di Pelago dedicato ai musicisti ed agli artisti di strada.


L'ingresso é consentito fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Si prega, prima di accedere all'area eventi, di ritirare il biglietto gratuito presso la biglietteria del Museo.


Informazioni>
ASSOCIAZIONE CULTURALE APOSA
via San Vitale, 82 - 40125 Bologna
tel. 051/235547
associazioneaposa@libero.it




sabato 7 marzo 2009
Sala eventi
Logo Evoluzioni 2009 - 24 febbraio e 7 marzo 2009 - Bologna Museo della musica Logo Collettivo Bassesfere - 24 febbraio e 7 marzo 2009 - Bologna Museo della musica Logo Scuola di musica popolare Ivan Illich - 24 febbraio e 7 marzo 2009 - Bologna Museo della musica

Evoluzioni 2009

III edizione
a cura di Collettivo Bassesfere e Scuola Popolare di Musica Ivan Illich

A partire dal 24 febbraio il collettivo Bassesfere, in collaborazione con la Scuola Popolare di Musica Ivan Illich e con il contributo di Angelica e del Comune di Bologna - Settore Cultura e rapporti con l'Università, presenta la terza edizione della rassegna musicale Evoluzioni 2009 - Non solo concerti inauditi, con i concerti di Eugene Chadbourne e di Patrizio Fariselli e la presentazione del libro Alla ricerca del silenzio perduto sull'edizione del 2008 del Treno di John Cage, eventi per la prima volta ospitati al Museo della musica.

sabato 7 marzo
ore 17.00
Il treno di John Cage
presentazione di Alla ricerca del silenzio perduto (Bologna, Baskerville Artbooks, 2009), libro multimediale sull'happening per treno preparato di John Cage e Tito Gotti del 1978
>Patrizio Fariselli (elaborazione audio)
>Oderso Rubini (curatore del libro e realizzazione video)
>Tito Gotti (ideatore del progetto originario)

>Maurizio Marinelli (Baskerville Artbooks)

L'evento Alla ricerca del silenzio perduto o Il treno di John Cage è rimasto nella memoria di tutti coloro che vi hanno partecipato e l'eco che questo treno preparato del compositore americano ha lasciato si è trasmessa nel tempo.
Questo raro documento contiene testi critici sull'evento in italiano e inglese, 3 CD audio con l'elaborazione dei 3 viaggi del treno e 1 DVD: materiali fino ad ora inediti e raccolti per la prima volta in questo libro edito da Baskerville Artbooks e prodotto dal festival Angelica


L'ingresso agli eventi di Evoluzioni 2009 é consentito fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Si prega, prima di accedere all'area eventi, di ritirare il biglietto gratuito presso la biglietteria del Museo.


Informazioni>
Scuola Popolare di Musica Ivan Illich
Via Giuriolo 7 Bologna
tel>051357753
www.spmii.it

Sito ufficiale>
www.bassesfere.com




sabato 14 marzo 2009
Sala eventi
Logo Buonanotte Suonatori - sabato 14 marzo al Museo della musicaLogo Minerva Edizioni

Buonanotte suonatori

Luoghi e protagonisti del jazz a Bologna
a cura di Minerva Edizioni

Sabato 14 marzo alle ore 17.00 psarà presentato al Museo della Musica il volume fotografico Buonanotte suonatori. Luoghi e protagonisti della musica a Bologna, con fotografie di Ivano Adversi e prefazione di Pino Ninfa.
Il volume - catalogo della mostra omonima che si inaugura il 18 marzo presso la Sala Museale del Baraccano - nasce per documentare quanto il fare musica a Bologna sia diffuso ed apprezzato. Locali ed angoli della città prendono vita e si animano in maniera sempre più convincente, divenendo mete frequentatissime di persone che amano produrre musica od altrettanto amano ascoltarla.
Fotografare artisti, pubblico ed ambienti significa fissare un aspetto della vivacità culturale tipica della tradizione bolognese. Le fotografie rappresentano infatti non solo i musicisti e non si limitano alla celebrazione degli artisti, che pure sono ripresi sia durante le loro esecuzioni sia in momentimeno ufficiali, ma cercano di rappresentare i locali e i luoghi, tentando anche di rivelarela personalità dei gestori nonché direttori artistici dei locali stessi. Il lavoro fotografico è stato ristretto a un genere musicale, il jazz, perché più di ogni altro l'iconografia di questa musica è legata alle cantine, ai locali fumosi e agli spazi ristretti, dove il rapporto tra l'artista e il pubblico è immediato, diretto e con la sola intermediazione dello strumento, come appunto nella fotografia. Il connubio jazz e fotografia è da sempre proficuo e intimo, quasi come se fossero nati assieme e fatti l'uno per l'altra. Forse perché come scrisse Dave Liebman: "Il jazz riguarda soprattutto il fatto di esserci. La fotografia è capace di catturare il momento e fissarlo per l'eternità."

sabato 14 marzo
ore 17.00
Buonanotte suonatori. Luoghi e protagonisti della musica a Bologna
(2009, Minerva Edizioni, 24 x 28 cm, 128 pag)
>presentazione e incontro con l'autore

Ivano Adversi si occupa di fotografia dal 1979.
Esperto in multivisione e docente di corsi di fotografia, è autore di volumi fotografici quali Destini incerti Animali ed ambienti da salvare per sopravvivere insieme (Edizioni Calderini), Il respiro del fiume, una ricerca fotografica e storica sui più grandi fiumi della terra (Ed. Calderini), Reno Memoria di un fiume, documentazione storico fotografica sul fiume Reno (Ed. Provincia di Bologna), L’Oratorio di Santa Maria della Vita, il restauro dell’omonimo oratorio in Bologna (Ed. Costa).
Numerose le mostre, in Italia ed all’estero (Cina, Francia, Spagna, Inghilterra, Russia), realizzate in questi anni, alcune personali ed altre collettive. Sue immagini sono state inserite nei siti web di Marco Pignataro, Scott Steen, Iarin Munari, Andrea Dessì, Massimo Tagliata, Maurizio Minardi, Ronnie Cuber, Sue Mc Cracklin e altri.
Attualmente sta lavorando a un progetto fotografico che si pone l’obiettivo di valorizzare il lavoro e delle attività delle cooperative di Libera, che hanno come finalità la riutilizzazione a fini sociali dei beni confiscati alle organizzazioni criminali in Puglia, Calabria e Sicilia.



L'ingresso é consentito fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Si prega, prima di accedere all'area eventi, di ritirare il biglietto gratuito presso la biglietteria del Museo.


Informazioni>
Minerva Edizioni
Via Due Ponti, 2
40050 Argelato (BO)
tel>051/663.05.57
info@minervaedizioni.com
www.minervaedizioni.com